sabato 7 febbraio 2015

Premio Calliope. Comunicare emozioni con la poesia


Verso un nuovo umanesimo. Dal Salento bagnato da due mari, il concorso di poesia al femminile.

Nell’anno sociale 2014 la Sezione Fidapa di Copertino –Lecce ha dato avvio al concorso di poesia Calliope, rivolto alle donne.
Il concorso e’ l’occasione per offrire uno spazio alla buona comunicazione. Troppo spesso, in questo tempo Smart, si riducono i tempi della riflessione e dell’introspezione che, nelle menti illuminate, possono generare forme d’arte. Calliope guida verso la poesia e la incoraggia.
Il premio Calliope, infatti, oltre a valorizzare la capacità femminile di raccontare le emozioni, si offre quale occasione didattica verso le bambine e le ragazze che, avvicinandosi alla poesia, possono far germogliare nuove forme d’arte. Per questo diffondiamo il concorso, attraverso le socie, anche nelle scuole, oltre che a tutte le sezioni Fidapa nazionali.
Tutte le donne possono partecipare perché sono state individuate tre categorie: Primule, Margherite e Rose.
Primule e’ riservato alle giovanissime: le bambine e le ragazze fino a 15 anni.  E’ questo
il segmento veicolato nelle scuole sul quale riversiamo il nostro interesse particolare.
La categoria Margherite raccoglie le opere delle donne fino a 30 anni e nella categoria Rose troviamo le poesie delle donne over 30.
Le opere premiate, selezionate da un’inclita giura, ricevono una targa che viene consegnata nel corso della cerimonia organizzata nella splendida cornice del castello di Copertino nell’ambito della manifestazione culturale Il Veliero Parlante dove, nella sezione dedicata alla Fidapa, sono esposte per una settimana, tutte le opere pervenute.
Inoltre la Sezione di Copertino cura la pubblicazione a stampa delle poesie inedite presentate al concorso Calliope. Le vincitrici della prima edizione 2014 sono state: Maria Puntillo, Rosa Stellacci, Elena Gaudio e la piccola Carola Manca. Menzione speciale a Gironnina Piemontese.

Vi attendiamo, nel maggio salentino, per condividere emozioni e per costruire insieme un nuovo umanesimo.

Nessun commento:

Posta un commento