giovedì 19 luglio 2018

PUER 5


In molti casi la scuola risulta ancora essere il primo anello nella catena dell’aiuto alla Persona, in quanto diverse forme del disagio si rendono manifeste solo con la socializzazione secondaria e con l’avvio del cammino formativo.
In ambito scolastico operiamo sul caso conclamato ma siamo chiamati all’individuazione precoce delle varie forme della disfunzionalità percettiva, dei disturbi dell’apprendimento e della difficoltà relazionali e il nostro intervento risulta significativo se riesce ad individuare precocemente i problemi per permettere l’avvio tempestivo delle varie forme di compensazione, vuoi all’interno della stessa scuola che ad altri nodi del sistema dell’aiuto alla Persona.

Nessun commento:

Posta un commento